#TERREMOTOCENTRITALIA – Rassegna stampa del 18 settembre

Rassegna stampa 18 settembre 2017
A cura di E. Zolli

 

  • Giuseppina Fattori, 95 anni, terremotata di Fiastra verrà cacciata dalla sua casa. Il suo paese è stato colpito dal terremoto in Centro Italia lo scorso anno. Il sisma aveva distrutto la sua casa, ma la donna non si era persa d’animo e ne aveva fatta costruire una più piccola, in legno. “La burocrazia l’accusa ora di aver realizzato un abuso edilizio”, scrivono i giornali locali. L’abitazione è sì su un terreno edificabile, ma senza la necessaria concessione edilizia. La nuova casetta sarà sequestrata dallo Stato, ma lei non ha alcuna intenzione di andarsene. A promuovere una mobilitazione in difesa di Giuseppina Fattori e della sua casa è il Coordinamento dei Comitati “Terremoto Centro Italia”. (da Today.it)
  • il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato le modalità e i termini per la presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni in favore delle imprese localizzate nella zona franca istituita nei Comuni colpiti dagli eventi sismici in Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche. Le risposte disponibili sono pari a oltre 490 milioni di euro, suddivisi tra il 2017 e il 2019. Le domande potranno essere presentate dal 23 ottobre 2017. L’intervento prevede la concessione di agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali e contributive in favore di imprese che svolgono la propria attività o che la avviano entro il 31 dicembre 2017 nella ZFU Sisma Centro Italia. ( da Abruzzo Sviluppo)

 

  • E’ un giorno speciale per Sarnano, perché si avvera un sogno. Quello che fino a ieri sembrava impossibile, rinascere dalle macerie, diventa reale con questo taglio del nastro”: lo ha dichiarato il sindaco di Sarnano Franco Ceregioli in occasione dell’inaugurazione della nuova scuola d’infanzia, alla quale ha partecipato il premer Gentiloni. (da Meteo Web)

 

Annunci

#TERREMOTOCENTRITALIAEISCHIA – Rassegna stampa del 14 settembre

A cura di E. Zolli

 

  • Il parlamento europeo ha approvato in via definitiva lo stanziamento di un miliardo e 200 mila euro per le zone colpite dal terremotoche ha sconvolto l’Italia centrale nell’agosto del 2016. I fondi saranno a disposizione dell’Italia nel giro di poche settimane. I soldi sono quelli del Fondo di solidarietà Ue (Fsue). L’erogazione è stata approvata con 658 voti a favore, 6 contrari e 26 astensioni. Dopo il voto, il Pd, con David Sassoli (vice presidente del parlamento), ha polemizzato con la Lega e con Matteo Salvini per l’assenza di quest’ultimo al momento della votazione. (da News Town)

 

  • Finalmente, venerdì prossimo, i ragazzi di Acquaviva Picena (Ascoli Piceno) potranno tornare a scuola vicino a casa. Si sono infatti concluse le operazioni di smontaggio, trasporto e rimontaggio di 3 moduli prefabbricati usati nell’ex campo base di Expo e donati dalla regione Lombardia. Sono stati consegnati dall’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali. (da Regiona Lombardia)

 

  • Paola De Micheli, commissariostraordinario alla ricostruzione del terremoto in Centro Italia, ieri mattina ha incontrato a Berlino la premier tedesca Angela Merkel, assieme alla delegazione del Comune di Amatrice guidata dal sindaco Sergio Pirozzi. Tra i presenti anche l’ex commissario Vasco Errani. “Un confronto molto cordiale e più lungo del previsto – commenta De Micheli – durante il quale la Cancelliera si è informata sulla situazione delle comunità colpite dal sisma e ha voluto confermare il suo sostegno, oltre che la sua vicinanza, alla città di Amatrice”. (da Libertà)

 

  • Sei milioni di euro per realizzare a Ischia strutture scolastiche provvisorie e misure per andare incontro alle esigenze del personale residente nei comuni danneggiati dal sisma. Queste le azioni messe in campo dal Miur in risposta al terremoto che lo scorso 21 agosto ha colpito l’isola di Ischia e, in particolare, i comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno. (da Tecnica della Scuola)

 

  • Si terrà oggi alle ore 10 presso la sede del coordinamento del centro operativo della protezione civile a Casamicciola un incontro tra il sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, il Commissario delegato per l’emergenza terremoto Giuseppe Grimaldi, i sindaci dell’isola di Ischia, i dirigenti scolastici e i tecnici dell’ente di piazza Matteotti. Scopo dell’incontro è verificare lo stato degli degli interventi già avviati e di quelli che, successivamente, saranno ritenuti necessari al superamento delle criticità in atto in particolare per la riapertura delle scuole e la messa in sicurezza delle strad (da Il Roma)

#ETICA E GRANDI PROBLEMI – Post dell’11 settembre

NOI UMANI NON ABBIAMO MEMORIA.
E’ QUESTO IL NOSTRO PROBLEMA PIU’ GRANDE.

Tutti ricordiamo dove eravamo quando abbiamo saputo delle torri gemelle. Abbiamo tutti condiviso il commento dei grandi: non ci lasceremo intimidire. E l’abbiamo compreso come volevamo che fosse: continueremo la nostra vita di sempre. E invece abbiamo fatto una guerra.
Noi ci siamo solennemente promessi di fare quello che i potenti della terra avevano deciso per i cambiamenti climatici. E ci siamo sentiti quasi al sicuro. Oggi invece sperimentiamo i più grandi disastri naturali di sempre: uragani, alluvioni, siccita’, terremoti, che hanno portato morti, distruzione di specie della flora e della fauna, compromissione o perdita di territori produttivi e dell’acqua, bene supremo.
E infine noi abbiamo consentito che le nostre donne fossero sfruttate, stuprate, soffrissero di sistematiche violenze. E abbiamo fatto leggi le cui minacce non sono sufficienti a prendere azioni efficaci per la dissuasione. E gli imputati – solo se denunciati, trovati colpevoli e magari recidivi, sono usciti di galera dopo pochi giorni avendo goduto di provvidenziali attenuanti.
E così l’umanità si è comportata in questi tre casi come diceva il mio grande maestro Geoff Nightingale:

COMMETTERE UNA VOLTA UN ERRORE E’ UMANO.
PERSEVERARE E’ DIABOLICO.

Cosa fare oggi, arrivati a questo punto? Lo leggeremo nel prossimo post dove proveremo a dirvi come l’umanità può non continuare a essere “diabolica”.