#TERREMOTOCENTRITALIAEISCHIA – Rassegna stampa del 12 settembre

A cura di E. Zolli

 

  •  È stato presentato nel corso della seduta straordinaria della Commissione Consiliare Permanente della regione Campania il testo unificato volto a salvaguardare e supportare l’economia nell’area di Ischia. I tre punti del programma contenuti nel documento sono: Attivazione di una “misura di finanziamento” regionale da individuare tramite i fondi comunitari; istituzione della “zona franca urbana” già sperimentata per le regioni colpite dal sisma; possibilità di utilizzo delle risorse previste dalla legge regionale del 2008, provenienti dai versamenti dei canoni concessori delle aziende termali. (da Tg Tourism)
  • L’Uvi, l’Ufficio valutazione impatto del Senato, ha pubblicato un dossier che ha analizzato risorse e interventi messi in campo dopo i terremoti de L’Aquila (2009), dell’Emilia-Romagna (2012) e del Centro Italia (2016). Il dato che emerge dallo studio è quello relativo alle somme che i Governi hanno stanziato per ricostruire i territori devastati: 20,1 miliardi di euro. Per quanto riguarda la prevenzione invece “lo stanziamento di risorse destinate a questo scopo – dice apertamente il dossier – è solo sporadicamente inserito nei provvedimenti analizzati, tutti specificamente volti a fronteggiare le conseguenze dei terremoti”. Duole constatare come le competenze tecniche degli ingegneri e gli avanzati mezzi di indagine sugli edifici vengano utilizzati solo dopo eventi disastrosi, mentre potrebbero essere più intelligentemente impiegati per un monitoraggio preventivo ‘a tappeto’ su tutto il territorio nazionale. (da la Notizia Giornale)
  • Nel giorno che ha visto tornare sui banchi migliaia di studenti nelle regioni del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017, Action Aid analizza lo scenario nei territori del cratere e lancia un appello a governo ed enti locali affinché facciano maggiore chiarezza sulle risorse disponibili. “Dall’analisi della documentazione resa pubblica” prosegue la nota “non è tuttavia possibile capire quando gli studenti potranno tornare in edifici non provvisori. (da News Town)
  • L’Italia ha tremato ancora con una scossa di magnitudo 3,9, avvertita domenica 10 settembre intorno alle 21.58, ha avuto il suo epicentro a Scurcola Marsicana in provincia de L’Aquila. Nessuna vittima ma tanto allarmismo. (da Agr Press)

 

 

 

 

Annunci

#TERREMOTOCENTRITALIAEISCHIA – Post dell’11 Settembre

Durante i mesi estivi sono state diverse le notizie sul terremoto che abbiamo segnalato. Ecco qui di seguito un breve sunto di quanto è accaduto per chi si fosse perso alcune notizie.

 

  • A un anno dal sisma che il 24 agosto ha colpito il Centro Italia è stato rimosso solo l’8,57% delle macerie. Complessivamente rimangono da rimuovere oltre 2.400.000 tonnellate in circa 60 Comuni e nelle relative frazioni.

 

  • Le richieste di SAE (soluzioni abitative in emergenza) destinate a coloro che avevano un’abitazione in “zona rossa oppure in zona inagibile” sono state oltre 3700 ma, a un anno dal sisma, ne sono state consegnate meno di 400.

 

  • Il 4 settembre, i 28 Stati membri dell’Europarlamento hanno approvato la modifica del bilancio Ue 2017che permette di assegnare all’Italia la somma più alta mai stanziata da quando, nel 2002, è stato creato il Fondo di solidarietà europeo, da cui si attingerà per gli aiuti. Ora, non resta che il via libera definitivo dell’Europarlamento, atteso per il 13 settembre.
  • Il nuovo commissario straordinario per la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto del Centro Italia del 2016, dopo la fine dell’incarico di Vasco Errani, sarà la deputata Pd Paola De Micheli. La notizia è stata ufficializzata lo scorso 9 settembre.

 

  • Il terremoto di Ischia del 21 agosto di quest’anno ha causato la perdita del lavoro per ventimila persone senza ammortizzatori sociali e oltre duemila aziende medie e piccole sono a rischio chiusura. Un «buco» da 40 milioni di euro per l’isola d’Ischia e di complessivi 120 milioni per le attività dell’intera regione.

#TERREMOTOCENTRITALIA e #TERREMOTOISCHIA – Rassegna stampa dell’8 settembre

Rassegna stampa 8 settembre 2017

A cura di E. Zolli

  • Il nuovo commissario straordinario per la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto del Centro Italia del 2016, dopo la fine dell’incarico di Vasco Errani, sarà la deputata Pd Paola De Micheli. La nomina dell’attuale sottosegretario all’Economia, secondo quanto riferito da fonti parlamentari, verrà ufficializzata nei prossimi giorni. Il Movimento 5 Stelle contesta la decisione. (da Il Fatto Quotidiano)
  • Ad Amatrice sono un’ottantina le casette Sae già pronte ma l’assegnazione, attesa da Ferragosto, avverrà solo mercoledì 13 settembre perché il Segretario Comunale è in ferie. In ritardo anche i lavori al Centro Commerciale mentre sono enormi i disagi per l’apertura dell’anno scolastico: nel Cratere del Centro Italia sono ancora inagibili 824 scuole su 24009. (da Today)
  • Il Molise ha deciso di devolvere a favore di Amatrice e degli altri paesi del Centro Italia distrutti dal terremoto del 24 agosto 2016 un fondo di solidarietà di tre milioni. Questi fondi verranno dati ai paesi colpiti dal sisma per sostenere la ripresa produttiva delle aziende agricole fortemente danneggiate dall’evento calamitoso. E’ quanto annuncia l’assessore regionale alle Politiche Agricole, Vittorino Facciolla. (da Primo Numero)
  • Il terremoto di Ischia ha causato la perdita del lavoro per ventimila persone senza ammortizzatori sociali e oltre duemila aziende medie e piccole sono a rischio chiusura. Un «buco» da 40 milioni di euro per l’isola d’Ischia e di complessivi 120 milioni per le attività dell’intera regione. Nel medio termine arriveranno i licenziamenti anticipati per migliaia di lavoratori del turismo, come ha denunciato ieri anche Gennaro Strazzullo, segretario regionale Uil del settore. «Il peggio è che la gran parte dei questi lavoratori puntualizza Strazzullo – non potranno neppure accedere all’assegno di disoccupazione». (da Il Mattino)
  • L’europarlamentare del Partito Democratico, Andrea Cozzolino, a margine di un sopralluogo effettuato a Ischia ha affermato: “Lavoreremo per far sì che venga attivato il fondo di solidarietà europeo per far fronte all’emergenza  di Casamicciola. Ci impegneremo da subito affinché si possano mettere in campo azioni mirate a sostenere le aziende colpite dal sisma. Il tutto percorrendo due strade: lo sgravio fiscale e l’istituzione di un contributo per compensare i danni materiali causati dalla perdita di reddito dovuta alla sospensione totale o parziale dell’attività. Entro ottobre organizzeremo un incontro a Bruxelles finalizzato a rilanciare l’immagine di Ischia come terra di bellezza e accoglienza”. (da Torresette News)