#TERREMOTOCENTRITALIA – Post del 12 febbraio

# TERREMOTOCENTROITALIAEISCHIA

QUALCUNO DI VOI HA NOTATO IL SILENZIO DEI MEDIA DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE? QUANTI SONO I CANDIDATI AL PARLAMENTO, OLTRE A PIROZZI (AMATRICE), A CUI CONVIENE STARE ZITTI? E PERCHÉ I POLITICI NON HANNO INSERITO NEI LORO PROGRAMMI IL RECUPERO DELLE ZONE TERREMOTATE E UN PIANO PER METTERE IN SICUREZZA LE ZONE A RISCHIO? CI SIAMO PERSI QUALCOSA?
COMUNQUE SIETE ANCORA IN TEMPO… TRA VECCHIE E NUOVE CATASTROFI AVETE IDEA DI QUANTE REGIONI PARLIAMO? QUASI TUTTE QUELLE IN CUI ANDATE A FARE CAMPAGNA ELETTORALE.

 

 

Annunci

#TERREMOTOCENTRITALIA – Post del 26 luglio

GRAZIE a tutti quelli che hanno espresso solidarietà per il grave problema dei terremotati del CENTRITALIA. Insieme abbiamo ottenuto che lo stanziamento iniziale del governo (400 milioni) fosse portato a 2 miliardi per tre anni. MA: la ricostruzione non è iniziata e le macerie sono state rimosse solo in piccola parte. CHIEDIAMO al Presidente del Consiglio e a tutte le istituzioni coinvolte di sbloccare questa situazione dopo 11 mesi.
NOI CONTINUIAMO A BATTERCI.

#TERREMOTOCENTRITALIA – Post del 21 giugno

Redatto da E. Zolli

A dieci mesi dalla prima scossa di terremoto ci sono più di 2 milioni di tonnellate di macerie ancora da rimuovere, pari all’85% del totale.

Il punto su cui molti sindaci si lamentano è la burocrazia. 
I sindaci infatti si devono districare all’interno di una cornice burocratica parecchio complicata, incentrata su decreti leggi che continuano a essere modificati.

La fase uno dell’emergenza prevedeva la rimozione delle macerie dalle strade e in molti paesi del cratere questa fase è appena cominciata.

La ricostruzione resta un miraggio e gli sfollati continuano ad aspettare.

Grazie al Tg1 per non spegnere i riflettori sulla questione del terremoto.