#TERREMOTOCENTRITALIA – Rassegna stampa del 12 aprile

A cura di E. Zolli

  • E’ stato consegnato il 75% delle casette d’emergenza e sono state riparate solo 18 abitazioni su 100 mila. Il numero di sfollati è di 43 mila. La ricostruzione dopo il grande terremoto del 2016 in Centro Italia è tutta qui. Nonostante lo Stato abbia garantito il rimborso integrale dei danni, a venti mesi dalle prime scosse, la situazione è desolante. (da Corriere)
  • Martedì mattina gli avvocati del sindaco di Norcia — indagato con Boeri per violazione delle norme paesaggistiche — hanno presentato un’istanza urgente per chiedere l’utilizzo del centro polivalente progettato da Boeri. A seguito delle ultime scosse registrate,  la Procura ha dovuto concedere il via libera ad occupare il centro «in caso di eventi sismici per la finalità di ricovero della popolazione». (da Corriere)
  • La scossa di terremoto di magnitudo 4.6 è stata registrata alle 5:11 con epicentro a 2 km da Muccia, in provincia di Macerata, ed ipocentro a 9 km di profondità. Lo riporta l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Oltre che nelle Marche, la scossa è stata chiaramente avvertita anche in Umbria. La Protezione civile è in contatto con i sindaci delle zone terremotate che al momento non hanno segnalato danni.( da Ansa)

#TERREMOTOCENTRITALIAEISCHIA – Rassegna stampa del 23 febbraio

A cura di E. Zolli

 

  • Il Consiglio dei Ministri ha deciso – scrive l’AGI – la proroga, per ulteriori 180 giorni, dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo il 24 agosto 2016, il 26 e il 30 ottobre 2016 e il 18 gennaio 2017, nonché degli eccezionali fenomeni meteorologici che hanno interessato i territori delle medesime Regioni a partire dalla seconda decade del mese di gennaio 2017, al fine di consentire il completamento degli interventi di definitivo superamento delle crisi. A tal fine, sono stanziati fondi per 570 milioni di euro, di cui 300 milioni a valere sul Fondo per le emergenze nazionali e 270 milioni mediante utilizzo delle risorse disponibili sulla contabilità speciale intestata al Commissario straordinario per la ricostruzione. (da In Abruzzo)
  • Tra i 29 ragazzi insigniti con l’attestato d’onore di “Alfiere della Repubblica” dal Capo dello Stato Sergio Mattarella è presente anche Ciro Marmolo, 12 anni che salvò i due suoi fratellini rimasti con lui sotto le macerie della casa dove abitava con i genitori crollata a causa del terremoto che ha colpito Casamicciola lo scorso agosto. É il più piccolo dei cinque ragazzi a cui l’attestato è stato attribuito per “Atti di coraggio”. (da Ansa)
  • È stata autorizzata la rimozione delle macerie e la bonifica di via Casamennella. L’obiettivo numero uno dell’inchiesta è accertare i motivi per i quali i danni di maggiore entità siano tutti avvenuti in un’area limitata del comune di Casamicciola. Per questo motivo gli inquirenti hanno nominato come consulente tecnico un esperto di geofisica. (da Il Dispari Quotidiano)

 

 

#TERREMOTOCENTRITALIAEISCHIA – Rassegna stampa del 22 febbraio

A cura di E. Zolli

 

  • Se come sembra nei prossimi giorni arriverà il vento gelido dalla Siberia, chiamato Burian, ci sarà un balzo di temperatura che non si registra dal 2010, secondo quanto affermano i meteorologi. Preoccupa dunque la situazione nelle zone terremotate per quelle persone ancora senza l’assegnazione delle Sae, le casette provvisorie“: lo ha dichiarato Maria Teresa Nori, portavoce dei terremotati di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera. “Auspico che la regione Marche e i comuni si attivino subito per porre rimedio in quanto questa emergenza metterà a dura prova i cittadini e gli animali degli allevamenti delle zone terremotate delle Marche. Si prevedono temperature diurne di alcuni gradi sottozero, minime notturne anche a -10 gradi“. (da Meteo Web)

 

  • Il Pres. Del Consiglio Paolo Gentiloni ha annunciato la proroga dello stato d’emergenza. Il Premier ha spiegato che «giovedì il Consiglio dei ministri prorogherà le  diverse norme dello stato di emergenza e questo ha risvolti importanti sul piano economico che nei rapporti di lavoro, oltre che su interventi mirati per la ricostruzione». La ricostruzione post terremoto resta una priorità nell’agenda del Governo finché resterà in carica e faremo tutti gli sforzi possibili per affrontare e superare le difficoltà ancora esistenti, a cominciare da quelle climatiche come si può vedere dalla neve che cade». (da Umbria24)

 

  • Ad oggi sono stati completati i lavori in 142 aree e sono state consegnate ai sindaci 2577 Soluzioni Abitative di Emergenza (Sae) in 38 comuni, pari al 67% del totale di casette ordinate. In particolare sono 1120 le casette consegnate nelle Marche, 732 nel Lazio, 581 in Umbria e 144 in Abruzzo. Attualmente sono in corso lavori in 61 aree. (da Il Giornale della Protezione civile)

 

  • Il servizio di Striscia la Notizia di pochi giorni fa,realizzato da Luca Abete, mostra l’isola di Ischia sei mesi dopo il terremoto: nulla è cambiato, le macerie sono ancora in strada. “Qualcuno viene di notte e ruba nelle case”, spiega un ischitano. Due morti, 42 feriti, migliaia di sfollati. “Ora gli alberghi stanno cacciando via gli sfollati, perché il Comune non paga”, spiega una signora. “E quindi queste persone sono costrette a tornare a vivere nelle case distrutte e inagibili”. Dal 21 agosto la Protezione civile non ha predisposto ancora la fase di ricostruzione: in strada ci sono ancora le pietre della Chiesa che hanno ucciso una signora, le macerie della casa da cui furono estratti vivi i tre fratellini e la famiglia divenuta simbolo del terremoto. (da Napoli Today)