ETICA E FINE VITA – Post del 12 maggio

Il gip di Milano, Luigi Gargiulo, non ha accolto per il momento la richiesta di archiviazione presentata dalla Procura per l’esponente radicale Marco Cappato, accusato di aiuto al suicidio assistito per aver accompagnato Fabiano Antoniani, Dj Fabo, in Svizzera dove il 40enne milanese, diventato cieco e tetraplegico a seguito di un incidente, ha scelto di morire.
Il gip ha deciso di fissare un’udienza di discussione tra le parti il 6 luglio prossimo.

Premesso che il nostro pensiero è che una persona possa essere aiutata a mettere fine alla sua vita diventata di solo dolore, ricordiamo che questo caso è stato molto importante in quanto,  grazie all’azione di disobbedienza civile di Marco Cappato, la Camera ha approvato la legge sul testamento biologico ( 326 favorevoli, 37 contrari e 4 astenuti). È comunque una svolta – che pur non recependo in toto il nostro pensiero a riguardo – è un primo passo verso il rispetto della volontà del paziente  e della dignità della persona.

Rassegna stampa 11/02/2015

Riforme.

  • Il deputato Francesco Paolo Sisto (presidente della commissione Affari costituzionali) si dimette da relatore del ddl
  • Il governo annuncia che non ci saranno ripercussioni sul cammino delle riforme costituzionali
  • Il ministro Maria Elena Boschi si dice convinta di potere chiudere entro sabato l’esame e la votazione del disegno di legge che porterà al superamento del bicameralismo perfetto, all’eliminazione del Cnel e alla modifica di altri articoli della seconda parte della Costituzione
  • il Pd vuole dimostrare di non aver bisogno di Fi e di poter essere autonoma sulle Riforme

Riforma processo civile.

  • Disegno di legge delega, approvato ieri dal governo, che riforma la giustizia civile allo scopo di renderla più efficiente
  • I giudizi dovranno essere formulati con parole chiare e comprensibili così da essere decifrabili dai cittadini comuni.
  • Rafforzamento delle garanzie dei diritti della persona, dei minori e della famiglia mediante l’istituzione nei tribunali di sezioni specializzate
  • Valorizzazione delle sezioni specializzate in materia di impresa: viene mantenuto inalterato il loro numero e cambiata la denominazione in “Sezioni specializzate per l’impresa e il mercato”
  • Ampliamento dell’ambito di competenza delle suddette in materia di concorrenza sleale e di pubblicità ingannevole, alle class action previste dal codice del consumo, e alle contese in materia di contratti pubblici di lavori, servizi o forniture
  • Interventi per assicurare anche una riduzione dei tempi processuali in primo grado, in Appello ed in Cassazione: l’obiettivo della delega è  quello di velocizzare i processi e arrivare all’esito in tempi accettabili

La Redazione di Eticasempre

Le informazioni contenute in questa rassegna stampa sono state ricavate da dichiarazioni di membri del governo o dai media.

Per info e commenti scrivere a busnelli@eticasempre.it