#TERREMOTOCENTRITALIAEISCHIA – Rassegna stampa del 17 ottobre

A cura di E. Zolli

 

  • Si è insediato nella sede della Giunta regionale della Campania, il Comitato tecnico a supporto del commissario delegato dal Governo per la ricostruzione post terremoto di Ischia, Giuseppe Grimaldi. Il Comitato istituito con ordinanza della Protezione Civile supporterà il ​c​ommissario nella risoluzione delle problematiche nella gestione della prima emergenza ​e in particolare nella formulazione delle tematiche da porre all’attenzione del Dipartimento della Protezione Civile per la stesura delle ​o​rdinanze che saranno emanate per il ripristino degli immobili.​ Già concordato, nel corso della riunione, un sopralluogo sull’isola. (da Meteo Web)
  • Il provvedimento proposto dalla commissaria Paola De Micheli riguarda tutti gli immobili – in cemento o in legno, spostabili o ancorati – realizzati abusivamente dopo i quattro terremoti dell’Italia centrale. Spesso questi manufatti sono stati costruiti nel giardino sottostante le abitazioni distrutte dai vari terremoti che hanno martoriato l’Italia centrale dal 24 agosto 2016. Solo nelle Marche se ne contano 200-250.Il ‘salva-casette’ avrà la forma del decreto e consentirà di regolarizzare sia gli ‘immobili amovibili’ che gli ‘immobili fissi’. (da Il Capoluogo)
  • “Ricostruzione privata e pubblica devono procedere alla stessa velocità, perché le comunità si devono ricomporre non solo dentro le case ma anche nei luoghi della convivenza”. Queste le parole del Commissario straordinario alla ricostruzione, Paola De Micheli, nel corso della conferenza stampa congiunta con il Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. “Per quanto concerne i privati – ha affermato la De Micheli – abbiamo attuato un modello di vademecum differenziato che riguarda cittadini, professionisti e uffici speciali per la ricostruzione che permetterà di dare omogeneità di interpretazione delle norme e che consentirà ai privati di sentirsi più tranquilli nel presentare le domande. Abbiamo l’esigenza che le domande, soprattutto quelle per la ricostruzione leggera, vengano presentate rapidamente”. (da Lavori Pubblici)
  • Legacoop ha deciso di utilizzare 235 mila euro raccolti tra le associate per sostenere la nascita di nuove cooperative. Lo ha fatto attraverso il bando “Centro Italia Reload – rigenerare comunità nelle terre del Rinascimento Italiano” uscito ieri e riservato a nuove imprese nei 140 Comuni inseriti nel cratere sismico dell’Italia centrale. «Il modello cooperativo per natura si radica nel territorio», spiega il presidente Mauro Lusetti, «e promuove collaborazione tra i membri della comunità, creando così non solo opportunità di lavoro e migliori condizioni economiche, ma favorendo processi di coesione sociale e sviluppo sostenibile. Obiettivi particolarmente urgenti qui, per fare argine ai processi di spopolamento che il terremoto rischia di accelerare, in territori per altro con un patrimonio artistico, culturale e paesaggistico unico». (da Vita.it)
Annunci