#TERREMOTOCENTROITALIA – Rassegna Stampa 19 maggio

A cura di Erika Zolli

 

  • E’ arrivata oggi la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Ordinanza sulla messa in sicurezza delle chiese danneggiate dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016. Con la pubblicazione dell’Ordinanza, possono essere avviati i lavori di messa in sicurezza di un primo gruppo di chiese inagibili del centro Italia con danni lievi provocati dai terremoti dell’ultimo anno. È prevista l’apertura dei cantieri in 69 chiese finanziati dallo Stato con 14milioni e 358mila euro. (da Il Centro)
  • Pescara del Tronto, uno dei piccoli centri marchigiani colpiti dal sisma nel Centro Italia, rischia di scomparire. Ormai abbandonato, il paese (135 abitanti) in provincia di Ascoli Piceno, sta infatti “scivolando” a valle; a causa delle scosse, Pescara del Tronto infatti è in bilico sul vuoto, aggrappato (a quasi 1.000 metri sul livello del mare) al terreno che custodisce solo cumuli di macerie. (da Tgcom)
  • Nell’inchiesta pubblicata oggi su Il Fatto Quotidiano è stato ripreso un estratto dell’ultimo libro di Marco Lillo “Di padre in figlio”. Qui Lillo sostiene che l’avvocato Alberto Bianchi (Presidente della fondazione renziana Open), ha segnalato a Luigi Marroni, AD della stazione appaltante pubblica Consip, un consorzio di società arrivato secondo nella gara per l’assegnazione delle casette per i terremotati. Il fine dell’avvocato Bianchi era che anch’esso, come la ditta prima classificata, lavorasse a seguito del terremoto che ci fu ad Amatrice. (da Il Fatto Quotidiano)
  • Nuova scossa di magnitudo 3.3 si è percepita nella notte ad Arquata del Tronto, nell’ascolano, a pochi chilometri da Accumoli e Norcia. Segnalazioni sono giunte anche da Ascoli e Teramo. (da Ansa.it)

 

Annunci