Rassegna Stampa della Politica italiana (16 luglio 2015)

Pensioni. Il senato italiano ha approvato in via definitiva con 145 voti favorevoli e 97 contrari il decreto legge sulle pensioni. Oltre a stabilire il rimborso dei soldi congelati nelle casse dello stato, il provvedimento introduce il pagamento di tutte le pensioni il primo giorno del mese, già operativo da giugno. Dal primo agosto chi percepisce 1.500 euro al mese si troverà un versamento di 796,27 euro, che coprirà d’un colpo la rivalutazione del 2012, 2013, 2014 e i primi sette mesi del 2015. Da agosto, la pensione sarà aggiornata gradualmente: 1.525,49 euro al mese fino alla fine dell’anno e 1.541,75 euro da gennaio 2016.

 

Immigrazione. Nelle acque che separano l’Italia dalla Tunisia, sono stati salvati 2.700 migranti. La centrale operativa della guardia costiera italiana ha coordinato tredici operazioni di soccorso che hanno coinvolto anche una nave di Medici senza frontiere e una nave militare tedesca, oltre alle motovedette della stessa guardia costiera e ai mezzi della marina militare. I migranti stavano cercando di attraversare il Mediterraneo e di arrivare in Europa a bordo di nove gommoni e di quattro barconi.

Mafia Capitale. Durante un’ispezione nella clinica psichiatrica Colle Cesarano di Tivoli (Roma), il sindacato SiCel e il M5S denunciano la mancanza di 33 figure rispetto alla pianta organica, compresi medici e infermieri, di avere trovato un personale impiegato per svolgere le pulizie anziché assistere i pazienti e gli utenti lasciati di notte in uno stato di completo abbandono. La struttura ha ottenuto nel 2013 l’accreditamento definitivo con il sistema sanitario nazionale grazie all’ok dell’Asl e della giunta regionale di Nicola Zingaretti. Geress, la società che gestisce la clinica, nel 2011 ha adibito un centro all’accoglienza dei migranti, affittandolo niente meno che al ras delle cooperative Salvatore Buzzi.

‘Ndrangheta.  Ci sono stati nuovi sviluppi nell’operazione “Aemilia” . I carabinieri hanno eseguito in Emilia-Romagna e Lombardia misure di custodia cautelare emesse su richiesta della Dda di Bologna nei confronti di nove persone, di cui tre esponenti della ’ndrangheta emiliana attiva tra Reggio Emilia, Parma, Piacenza e Modena e operante anche a Verona, Mantova e Cremona. È stato realizzato inoltre un sequestro di società, beni e attività commerciali nella disponibilità diretta della cosca, per oltre 330 milioni.


  La Redazione di Eticasempre

 

Le informazioni contenute in questa rassegna stampa sono state ricavate da dichiarazioni di membri del governo, del parlamento e dai media.

 

Per info e commenti scrivere a Erika Zolli: zolli.eticasempre@libero.it

 

Per le rassegne stampa dei giorni precedenti cliccare su “Articoli precedenti”.

 

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: