Rassegna stampa 17/03/2015

Anticorruzione.

  • Emendamento del governo sul reato di falso in bilancio è stato presentato in Commissione Giustizia del Senato, dove è in discussione il ddl anticorruzione
  • La norma è stata presentata e depositata formalmente dal viceministro Enrico Costa. I senatori del Partito Democratico non si sono però presentati per la discussione in commissione Giustizia al Senato e la seduta è stata sospesa per mancanza del numero legale
  • Intanto il testo, atteso per martedì in Aula, slitta alla prossima settimana: termine per i subemendamenti è stato fissato a mercoledì prossimo alle 16
  • L’emendamento presentato dal governo prevede l’aumento delle sanzioni per chi commette il reato di falso in bilancio nelle società quotate e non
  • Differenziazione tra società quotate e non quotate:
  1. Quotate: la pena della reclusione è da 3 a 8 anni per le società che commettono il reato di falso in bilancio esponendo consapevolmente nei bilanci e nelle comunicazioni sociali fatti materiali rilevanti non rispondenti al vero. Sanzioni pecuniarie da 400 a 600 euro, da 200 a 400 quote.
  2. Non quotate: vengono punite con la pena che va da 1 a 5 anni per gli stessi fatti. Sanzioni da 100 a 200 quote per le società non quotate a cui viene riconosciuto il fatto di lieve entità

 

La Redazione di Eticasempre

Le informazioni contenute in questa rassegna stampa sono state ricavate da dichiarazioni di membri del governo o dai media.

Per info e commenti scrivere a busnelli@eticasempre.it

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...