COSA DEVE FARE IL GOVERNO….

14/10/14

Caro Presidente,

Le invio in allegato una brevissima sintesi delle indicazioni che ci sono pervenute dai 65.000 membri della nostra Associazione. Si tratta di cittadini di ogni credo politico, censo e dislocazione geografica.

Li ascolti, sono solo un po’ meno degli iscritti al Suo partito.

Secondo loro, la priorità del Suo governo è il LAVORO. Pensano anche però che per fare questo, prima sia necessario crearlo. Le normative dei contratti – seppur importanti – vengono dopo.

Il secondo riguarda il WELFARE, cioè l’assistenza e i servizi ai cittadini. Anche questa è una spesa importante. I suggerimenti per reperire i fondi si trovano , abbondantemente, nel terzo punto.

Il terzo punto, riguarda la “SPENDING REVIEW”, cioè dove trovare i soldi per aiutare l’economia a ripartire e i cittadini (soprattutto gli incapienti e i disoccupati) ad avere le necessarie coperture.

Infine, Lei ha anche la forza e l’autorevolezza per far sì che gli esempi che si debbono dare al Paese (governo, parlamento, strutture camerali, grandi burocrati, ecc) diventino REALI. L’esempio delle auto blu, nelle dimensioni in cui è stato fatto, non è stato esemplare.

E mi consenta infine di trarre dalla mia esperienza di comunicatrice che ha lavorato per premier di altri Paesi, di darLe due consigli.

Lei, come ogni premier, deve avere l’ambizione di restare positivamente nella memoria storica del Paese che gestisce.

Lei è per fortuna dotato di molte eccellenti qualità: è ottimista (questo di per sé fa un grande bene al Paese), è determinato, è un gran lavoratore.

Ecco il mio primo consiglio: lasci parlare per lei i fatti e non lei dei fatti (soprattutto non di quelli che ancora fatti non sono).

Il secondo: non vada in giro adesso. Si sieda a un tavolo con i Suoi ministri. Illustri chiaramente la sua “visione” per questo Paese, definisca di conseguenza assieme a loro gli obiettivi prioritari, assegni i compiti di ciascuno e ogni tanto riveda il loro operato. Presenti il suo piano ai cittadini, non omettendo eventuali difficoltà.

Vedrà le critiche diminuire e il consenso aumentare.

E continui a tirare dritto. Con i migliori auguri per il bene del nostro Paese.

Gigliola Ibba
Presidente
ETICASEMPRE

PROPOSTE DI 65.000 CITTADINI AL GOVERNO

1 – DIMINUIRE LA DISOCCUPAZIONE E FAR RIPARTIRE L’ECONOMIA

In questo capitolo la questione più importante è creare posti di lavoro, ed è quindi al primo posto.

A – FAR RIPARTIRE LE AZIENDE

– PAGARE TUTTE LE FATTURE  DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SCADUTE  E FISSARE IL  NUOVO TERMINE DI PAGAMENTO IN 60 GG

– RIDURRE IL CUNEO FISCALE

– DETASSARE LE SPESE PER INNOVAZIONE E RICERCA

– RIDURRE LA BUROCRAZIA PER LE IMPRESE, PARTICOLARMENTE PER LE START-UP (NUOVE   AZIENDE)

– FAR RIPARTIRE I CANTIERI PUBBLICI

E SOPRATTUTTO:

– PROMUOVERE IL MADE IN ITALY NEL MONDO E IL SUO PATRIMONIO TURISTICO E CULTURALE

B – FACILITARE L’IMPIEGO

– NORMARE I CONTRATTI DI LAVORO, RIDUCENDONE IL NUMERO E SEMPLIFICANDOLI

– RIORGANIZZARE I CENTRI DI LAVORO PER L’IMPIEGO SIA PER L’OFFERTA (LAVORATORI) CHE PER LA DOMANDA (AZIENDE)

2 – ASSICURARE IL BENESSERE DEI CITTADINI (WELFARE)

– CONFERIRE UN ASSEGNO PERMANENTE AGLI INCAPIENTI E/O INTEGRARE LE PENSIONI MINIME

– SOSTENERE CHI E’ COMPROVATAMENTE DISOCCUPATO CON 6 MESI DI SALARIO MINIMO

– AUMENTARE IL NUMERO DEGLI ASILI NIDO E SOSTENERE LE INIZIATIVE DEI PRIVATI

– RIORGANIZZARE LA SCUOLA A TUTTI I LIVELLI E METTERE IN SICUREZZA GLI EDIFICI

– UNIFORMARE L’ASSISTENZA SANITARIA SU TUTTO IL TERRITORIO

– RIFORMARE LA GIUSTIZIA

– RISTRUTTURARE LE CARCERI E DARE LAVORO AI CARCERATI

– METTERE IN SICUREZZA I SITI CHE PRESENTANO PROBLEMI

3 – DOVE REPERIRE LE RISORSE  (SPENDING REVIEW)

– ABOLIRE LE PROVINCE

– ACCORPARE I COMUNI

– ABOLIRE LE REGIONI A STATUTO SPECIALE

– RIDURRE LE MUNICIPALIZZATE

– ABOLIRE IL SENATO

– RIDURRE GLI EMOLUMENTI DI PARLAMENTARI E ADDETTI AL SERVIZIO DELLE ISTITUZIONI (COME ESEMPIO PER I CITTADINI)

– FAR RIMPATRIARE I CAPITALI DALL’ESTERO (170 MILIARDI )

– COMBATTERE LA CORRUZIONE A TUTTI I LIVELLI, IN MODO DA RECUPERARE I BENI DEI MAFIOSI, LE “MAZZETTE” E GLI INGIUSTIFICATI AUMENTI DEI COSTI DEI LAVORI PUBBLICI (110 MILIARDI MINIMO)

– DISMETTERE IL DEMANIO MILITARE E RIUTILIZZARNE I PROVENTI

CONCLUSIONE

NOI NON  STIAMO SUGGERENDO DI FARE TUTTO ALLO STESSO TEMPO. IL CONSIGLIO DEI MINISTRI, GUIDATO DAL PREMIER, DEFINIRA’ LE PRIORITA’ DEI PROSSIMI 1000 GIORNI, I TEMPI E LA COPERTURA FINANZIARIA.

Annunci

Comments

  1. Laura Lucca says:

    Apprezzo Matteo Renzi, l’ho votato e spero che possa continuare con l’entusiasmo e la positività che lo contraddistinguono ma mi auguro tanto che il Presidente ascolti i consigli di Gigliola Ibba!

  2. Condivido tottalmente in ogni suo aspetto.
    Manca soltanto la richiesta di togliere le tasse a noi pensionati fino 2300,00€ di pensione!!!
    Ivan Lukezic

  3. Realizare subito tutto quello che promette ! E TOGLIERE LE TASSE AI PENSIONATI FINO 2300,00 €
    Ivan -(Pensionato di 79 anni)

  4. sergio giardulli says:

    Brava Gigliola
    Una sintesi garbata e (quasi) completa di cosa deve essere fatto prioritariamente.
    Avrà Renzi il buon senso di rispondere ? , staccarsi per qualche minuto dalle telecamere e sospendere contemporaneamente i suoi shows fiabeschi ?
    Resto in attesa pieno di curiosità

  5. L’ha ribloggato su Gigliola Ibba- Eticasempre.

  6. grande Gigliola speriamo recepisca

  7. Giuseppe Canuti says:

    Complimenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...