Rassegna stampa 11/09/2014

F35.

  • A pochi giorni dal voto della Camera dei deputati l’acquisto degli F35 da parte del governo italiano fa ancora discutere
  • Roberto Saviano, Alex Zanotelli, Mario Martone, Toni Servillo, Alice Rorhwacher, Stefano Benni e Ascanio Celestini sottoscrivono le iniziative promosse dalla campagna “Taglia le Ali alle Armi”e chiedono ai parlamentari di bloccare questa scelta con un no definitivo
  • Richiesta ai deputati affinché sostengano tutte le mozioni parlamentari rivolte a fermare il programma degli F35
  • Il MoVimento Cinque Stelle si batte da tempo per il no all’acquisto dei caccia
  • Scelta Civica si è espressa a favore del dimezzamento del budget
  • Continuano le iniziative di “Taglia le Ali alle armi”: rinnova la richiesta di un incontro con Matteo Renzi e con il ministro Pinotti con l’obiettivo di “riproporre le motivazioni concrete che ci spingono ancora a dire No ai caccia e conoscere i motivi per cui il nostro Governo mantiene aperta l’ipotesi di acquisto”
  • Proprio in queste ora si diffonde sui social network il decalogo con le ragioni del No:

LA CAMERA DEI DEPUTATI VOTI LO STOP AGLI F35
Nei prossimi giorni la Camera dei Deputati tornerà a discutere, con possibilità di decidere, sulla questione dei caccia F35.
Con questo appello – dopo la grande crescita degli ultimi anni di iniziative contro gli F35 grazie all’azione della società civile e del movimento per la pace riunito nella campagna “Taglia le ali alle armi” – intendiamo sostenere tutte le iniziative parlamentari finalizzate a bloccare tale scelta sbagliata, puntando alla cancellazione definitiva di questo programma.
Spendere 14 miliardi di euro per produrre e comprare (e oltre 50 miliardi per l’intera vita del programma) un aereo con funzioni d’attacco e capace di trasportare ordigni nucleari, mentre non si trovano risorse per il lavoro, la scuola, la salute è una scelta incomprensibile che il Governo italiano deve rivedere.
Per questo chiediamo ai Deputati di sostenere tutte le mozioni parlamentari rivolte a fermare il programma degli F35 e tutte le iniziative della società civile, delle campagne e del movimento per la Pace che chiedono la riduzione delle spese militari a favore del lavoro, dei giovani, del welfare e delle misure contro la crisi economica.

Spending review.

  • Il presidente del Consiglio ha chiesto ai ministri di fargli pervenire nei prossimi giorni uno schema di ipotesi di tagli, da concordare poi con incontri personali, forse già per la prossima settimana
  • Ci sono state però alcune assenze di peso che hanno determinato lo slittamento dei faccia a faccia tra Renzi e i suoi ministri alla prossima settimana
  • In molti hanno tradotto queste assenze come una resistenza all’azione del premier sulla questione dei tagli al budget dei ministeri: qualcuno potrebbe infatti voler rallentare l’operazione per trattare con il premier sui tagli che metterebbero più in difficoltà il proprio dicastero

La Redazione di Eticasempre

Le informazioni contenute in questa rassegna stampa sono state ricavate da dichiarazioni di membri del governo o dai media.

Per info e commenti scrivere a busnelli@eticasempre.it

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...