RASSEGNA STAMPA 25/07/2014

Riforme.

  • Il governo impone al dibattito sulle riforme una drasticariduzione dei tempi di intervento dei gruppi parlamentari nella discussione degli emendamenti al ddl di riforma costituzionale
  • Alcuni dei gruppi di opposizione (M5S, Lega, Sel, gruppo misto più alcuni senatori di altre forze a titolo personale) lasciano Palazzo Madama per protesta e si dirigono al Quirinale per essere ricevuti da Giorgio Napolitano: a incontrarli è però il segretario generale della presidenza della Repubblica, quindi non c’è stato nessun colloquio con il capo dello Stato
  • La decisione di imporre la riduzione dei tempi è stata presa dalla conferenza dei capigruppo dopo che nella prima seduta dell’Aula dedicata alla riforma costituzionale sono stati affrontati e licenziati solo tre dei 7.850 emendamenti presentati al testo del governo
  • La riunione dei capigruppo ha confermato che l’8 agosto dovrà essere la data ultima per approvare in prima lettura il disegno di legge costituzionale che porterà alla sostituzione dell’attuale Senato elettivo con quello non elettivo che sarà composto solo da sindaci e consiglieri regionali
  • Maria Elena Boschi prima che iniziasse la riunione dei capigruppo: “Il governo è sempre disponibile a migliorare il testo, ma non a stravolgerlo”

Tetto agli stipendi.

  • Tetti retributivi per i dipendenti di Camera e Senato: gli Uffici di presidenza di Montecitorio e Palazzo Madama, riuniti in contemporanea, hanno fissato quello massimo, relativo ai Consiglieri Parlamentari, in 240 mila euro all’anno al netto della contribuzione previdenziale
  • La soglia delle categorie diverse da quella dei Consiglieri non è stata invece ancora stabilita
  • Il tetto (onnicomprensivo di tutte le voci retributive) è quello previsto dal Dl Irpef. Sarà più basso per le categorie altre dai consiglieri
  • L’obiettivo è applicare i tetti entro la fine del 2014
  • La decisione viene accolta con una protesta da parte di un centinaio di dipendenti che hanno inscenato una sorta di sit-in davanti alla Biblioteca della presidente Laura Boldrini per segnalare ai componenti dell’ufficio di presidenza il loro malcontento

Carceri.

  • Passa il decreto sui rimedi risarcitori per detenuti e internati che abbiano subito un trattamento in violazione ai diritti umani: 305 sì della Camera (con 110 no e 30 astenuti) il provvedimento passa ora al Senato
  • Il decreto completa il ‘Pacchetto normativo’ già approvato nei mesi scorsi in risposta alla sentenza “Torreggiani” della corte eurpea dei diritti dell’uomo, che ha condannato l’italia per la situazione delle carceri
  • Tra le misure previste:
  1. Sconti di pena o soldi ai detenuti reclusi in “condizioni inumane” per compensare la violazione della convenzione sui diritti dell’uomo, se la pena è ancora da espiare, è previsto infatti un abbuono di un giorno ogni dieci passati in celle sovraffollate
  2. Divieto di custodia cautelare in carcere in caso di pena non superiore ai 3 anni
  3. Le norme di favore previste dal Diritto minorile sui provvedimenti restrittivi si estendono a chi non ha ancora 25 anni (anziché 21 come oggi)
  4. Previsto anche un aumento del numero di magistrati di sorveglianza e agenti penitenziari
  • Critico il Movimento 5 Stelle. “Quattro provvedimenti ‘svuotacarceri’ in un anno, non possiamo che definirlo un indulto continuo, senza fine. Non si tutelano i carcerati, la polizia penitenziaria e soprattutto i cittadini”
  • Replica il Pd: “Nessuna ‘paghetta’ ai delinquenti né tantomeno uno ‘svuotacarceri. Semplicemente è un provvedimento che risponde a un obbligo assunto dall’Italia al comitato dei ministri del Consiglio d’Europa al fine di evitare migliaia di condanne e multe salatissime”

La Redazione di Eticasempre

Le informazioni contenute in questa rassegna stampa sono state ricavate da dichiarazioni di membri del governo o dai media.

Per info e commenti scrivere a busnelli@eticasempre.it

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...