RASSEGNA STAMPA 16/04/2014

Jobs Act.

Ministro del lavoro Poletti:

  • Contratto a tempo determinato deve costare il 10% in più rispetto all’indeterminato così da poter fare una scelta libera tra il contratto che costa meno o quello che lascia più liberi
  • Esodati: il loro problema non sono gli 80€ ma il fatto che siano senza reddito, bisogna creare uno strumento per il quale tutti coloro che si trovano in una certa condizione abbiano diritto ad uno stesso specifico trattamento
  • Compensi manager pubblici: servono regole che creino un senso di equità tra lo stipendio del manager e quello di un lavoratore normale
  • Partite Ive: il Jobs Act di Renzi esclude il lavoro autonomo, Poletti garantisce che il ministero avvierà maggiori controlli per verificare eventuali abusi
  • Se parlamento procede rapidamente il Jobs Act potrà essere operativo nei primi sei mesi del 2015

Berlusconi.

Tribunale di Sorveglianza:

  • Berlusconi sarà assegnato ai servizi sociali (assistenza agli anziani un giorno alla settimana a Cesano Boscone) e la sua agibilità politica NON sarà compromessa
  • Non potrà lasciare la Lombardia fatta eccezione per due giorni a settimana durante i quali potrà recarsi a Roma per attività politica, non potrà espatriare, non potrà essere fuori dalla sua abitazione di Arcore dalle 23 alle 6 salvo casi eccezionali da comunicare tempestivamente a chi di competenza.
  • Affidamento in prova potrebbe essere immediatamente “revocato” se arriveranno ancora attacchi alla magistratura da parte di B.

Grillo.

  • Criticato per il post sul suo blog con il fotomontaggio dei cancelli di Auschwitz, Grillo non si scusa.
  • Conferenza stampa indetta per ascoltare il M5S contro Equitalia: Grillo spiega che lo stato “ha un rapporto criminogeno con le persone” portando anche le testimonianze di due persone che hanno perso dei cari suicidatisi per le pressioni ricevute dallo Stato.
  • Sul suo blog: “Abolire Equitalia allora, non è più solo un gesto di giustizia verso le tante vittime. E’ un gesto di civiltà, che ci faccia uscire dai metodi da medioevo e dall’oppressione dei cittadini ad opera di scherani onnipotenti inviati dal signorotto di turno. La legge M5S presentata oggi è il modo per dire il nostro NO ad un’Europa che fa macelleria di tante conquiste sociali e ci riporta ai tempi del terrore. Abolire Equitalia significa un’inversione di marcia, l’intraprendere finalmente la strada giusta fuori da questo incubo. Noi siamo pronti, vediamo la luce in fondo al tunnel: ed è la luce di 5 Stelle” 
  • Dopo un lungo monologo in cui si scaglia contro Renzi, Boldrini, Dell’Utri, Berlusconi e infine contro i giornalisti stessi, si reca al Senato (per la nuova norma sul voto di scambio) dove i 5 stelle accusano tutti di essere collusi con la mafia

La Redazione di Eticasempre

Per commenti: www.eticasempre.it oppure eticasempre@libero.it
Per informazioni: info@eticasempre.it

P.S. Le informazioni contenute in questa rassegna stampa sono state ricavate da dichiarazioni di membri del governo o dai media. Chiunque dei nostri 65.000 followers volesse inviare una precisazione, accompagnata da una fonte, può farlo agli indirizzi sopra indicati.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...