IL PAPA, OBAMA, BERLUSCONI, L’ETICA E NOI

Carissimi,

finita l’estate, per voi  spero splendido periodo di vacanze; per me salutare pausa di riflessione (eccezionale compagno, il dolore. Continuo a pensare che anche queste esperienze sono molto utili). Quindi, si riparte alla grande cercando di fare piazza pulita dei luoghi comuni e portando avanti le nostre nuove (e vecchie) istanze.

IL PAPA – Lo so, quanto dirò non sarà considerato molto popolare, ma qualcuno lo deve dire. Ero in una stanza di albergo all’estero quando padre Francesco fu chiamato a coprire il ruolo più importante della chiesa.  La sua faccia serena, pulita, il suo linguaggio semplice e accogliente, la sua ricercata umiltà mi hanno colpita e conquistata. Continuo ad essergli vicina e a seguire quello che fa.

Ma…c’è un ma che ne vale tre. Io sarò veramente dalla sua parte quando lui avrà fatto tre cose:

  • fatto processare da un tribunale laico i sacerdoti che si sono macchiati di pedofilia;
  • fornito esaurienti spiegazioni sui risultati raggiunti dalla commissione che deve valutare e ridirigere l’operato dello IOR;
  • offerto di pagare le tasse (IMU o Service Tax ) sugli immobili, non chiese, di cui il Vaticano è proprietario.

OBAMA – Ahi, Ahi, su che terreno minato ti sei andato a mettere annunciando che avresti fatto guerra alla Siria? Ma come, ricordi? “Yes, we can”. Possiamo essere tutti uguali , possiamo avere tutti diritto a una vita migliore, possiamo fare della pace la nostra regola di vita. E poi passi anche a ritirare il Nobel della Pace, prematuramente. E oggi Putin ti chiede, sulle testate del tuo Paese, se ti vuoi proporre come “lo sceriffo del mondo”. Forse adesso le voci dei signori della guerra (grandi elettori di tutti i tempi) parlano più forte, forse mostrare i muscoli è quello che un cittadino americano deve a tutti i costi fare. Ma resta invece l’amaro in bocca del possibile condizionamento dei veri poteri forti (gli armaioli, la finanza), anche a dispetto dei pacifisti che strillano in piazza. Negli ultimi giorni – constatato il mancato consenso della pubblica opinione – ti stai aggrappando a una prova fasulla: la Siria accetta di far verificare le sue riserve di gas tossici. Tu sai bene che non serve a niente. Ma al momento è l’unica strada che ti resta per toglierti e toglierci dai guai.

BERLUSCONI – Certo, che ti abbiano beccato, fra i tanti potenziali misfatti, su quello forse più discutibile, è un fatto. Ma ci sono molti esempi illustri a riguardo. Adesso però la sentenza va rispettata, e forse uno scatto di dignità esigerebbe le dimissioni di tua volontà. E il partito, vedi Grillo, si guida anche da fuori. Condannabili però anche le altre forze politiche che stanno  mettendo in scena un balletto senza fine per giungere ad un accordo. E questo non nell’interesse di noi cittadini, ma dei loro elettori.

AZIONI: Cominciamo a scrivere al Papa. Siete d’accordo? Chiudo oggi le mie riflessioni, aspettando le vostre. Il prossimo editoriale vi darà conto di quanto il governo Letta ha realizzato (e non) rispetto alle nostre richieste.

Un abbraccio.

Gigliola

Annunci

Comments

  1. Gentile Gigliola, bentornata.
    Mi associo anch’io alla proposta di Giovanna da Milano di far conoscere “Etica Sempre” a Papa Francesco e di chiedere udienza per sentire direttamente da Lui la risposta ai tre quesiti che hai intelligentemente formulato. Se il Papa accettasse la richiesta sarebbe veramente un avvenimento eccezionale che i media potrebbero amplificare. Mi immagino di leggere questo titolo o altri simili nei maggiori quotidiani nazionali: “Il Papa riceve ETICA SEMPRE e risponde a tre quesiti fondamentali per proseguire il cammino della Chiesa verso un mondo di pace e di speranza.”
    Cordiali saluti.
    Raffaele Gianni

    • Caro Raffaele, mi piace molto la tua visione ottimistica! Si’, chiederemo un’audizione al Papa. Non mi aspetto che ne parlino i giornali, ma sarà sicuramente il miglior modo per esprimere – con il rispetto che merita – le nostre idee.
      Grazie! Un abbraccio

  2. sergio giardulli says:

    Il Papa. Scriviamo pure al Papa e chiediamo un’udienza. Non guasta. Ma bisogna in ogni caso riconoscere che Francesco sta attuando interventi a dir poco rivoluzionari. Le lobbies in Vaticano sono potenti e pericolose ( Calvi docet ) e non so se sarebbe stato possibile fare di più in tempi così brevi. Il personaggio ispira molta fiducia…….speriamo.
    Obama. A pochi giorni dalla sua elezione qualcuno gli ha conferito il Nobel per la pace. Vorrei che gli stssi mi spiegassero in base a quali evidenze !. I soldi del premio se li sarà già spesi ma almeno l’onore lo ha già restituito.
    Berlusconi. Vedrai che i finti avversari del PD lo salveranno ancora una volta. E’ triste pensare che in 20 anni non è stato possibile sbarazzarsi politicamente di Berlusconi ed ora ci prova la magistratura. Se milioni di elettori lo votano ancora vuol solo dire che Berlusconi ci meritiamo. Purtroppo

  3. pierangelo casu says:

    ben tornata e ben tornati tutti i collaboratori, ero gia’ in crisi d’astinenza, e allora buon lavoro a tutti voi e non risparmiatevi su nessuno, iniziando dal papa passando dal cavaliere e senza dimenticare il buon letta che non sta’ facendo un bel niente. prevedo un fine anno di ferro e fuoco. cioa a tutti

  4. Camomilla Gabriele says:

    Cara Gigliola, stai diventando troppo “unversale”: il Papa, Obama sono fuori della missione che ti eri posta.
    Su Berlusconi parli come Epifani, ed è tutto dire!
    Non risoveremo così i problemi dell’Italia.

  5. Renata Giachino says:

    Sono d’accordissimo su tutto quanto hai scritto.
    Credo sia molto urgente la lettera ad Obama, anche se temo che non riesca ad influenzare il Presidente che tanto ci ha fatto sognare, le lobbies sono troppo forti.
    Sono ottimista invece sulla risposta di Papa Francesco, non solo a parole ma anche nei fatti, anche se non sarà semplice.
    Quanto a Berlusconi penso che la lettera non la vedrà neppure, la cestineranno già i suoi solerti collaboratori, istruiti a dovere dal capo. Ma tant’è . . . . . . .
    Procediamo pure.
    Buon lavoro e cordiali saluti.
    Renata Giachino

  6. Antonio PATTANO says:

    Per prima cosa bentornata Gigliola. Ti trovo più in forma e caricata. Spero che il dolore abbiia lasciato posto a un pò di benessere e che tu vada meglio.
    A parte il clamore mediatico e il tecnicismo dell’operazione di raddrizzamento del Concordia, i temi che poni all’attenzione mi sembrano veramente importanti e meritano il primo posto nella cronaca odierna. Ma al solito i media tendono a sfuggirli o si limitano ad accenni, forse per non tirarsi addosso problemi.
    Questi temi, pur considerati “lontani” dai poveri cittadini in effetti hanno il potere di condizionare seriamente il futuro nella vita di tutti i giorni. Non solo per “le tasse” in sè, ma piuttosto nell’intero insieme della qualità della vita di ciascuno, singolarmente. Credo che molti cittadini ne hanno preso consapevolezza e parecchi di essi non vorrebbero essere solo “spettatori”. Forse chi ha il potere di decidere non ha la stessa consapevolezza; o peggio, finge di non averla. Ci vuole coraggio!
    Per questo credo che scrivere a chi ha il potere per esprimergli il nostro pensiero e le nostre preoccupazioni sia cosa giusta.

  7. Angelo Tognoni says:

    NO. Penso che dal punto di vista ETICO sia indispensabile prima di tutto eliminare Berlusconi dalla vita Pubblica.

  8. alessandra colombo says:

    per quanto riguarda il Papa vorrei aggiungere un’altra cosa. ci sono decine e decine di conventi e seminari semi vuoti. e pieni di cose preziose. perchè non trasformarli in case per chi ha bisogno? Berlusconi…beh è una vergogna nazionale. Mancava dudù, adesso c’è anche lui a rendere la cosa ancora + grottesca. Alessandra

  9. Cristiana says:

    Gentilissima Gigliola alla sua lista non potrebbe aggiungere anche la tanto controversa questione Stamina?
    So che in casi come questo è difficile schierarsi ma io non posso fare a meno di pensare che al di la del fatto che questa Stamina sia la cura del secolo o una bufala, due ragazzi ai quali non hanno dato altre speranze dormono davanti Montecitorio dal 23 luglio,nella più totale indifferenza.
    E mi perdoni per quello che dico ma un governo “indifferente” è un governo “pericoloso”, è un governo che ha già deciso di non ascoltare il suo stesso popolo,è un governo che toglie la speranza che in molti casi è l’unica cosa rimasta.

    “In casi come questi bisogna essere razionali e non farsi guidare dalla pancia”……questo dicono ai genitori di bimbi che vivono vedendo il mondo da un letto d’ospedale, attaccati ad un respiratore con un unica certezza che non diventeranno mai grandi, che non li vedranno correre, innamorarsi , vivere.
    Mi perdoni di nuovo se le dico che se la razionalità viene da queste persone disposte a sacrificare la vita degli altri ( non la loro ovviamente) per non inimicarsi le case farmaceutiche io spero con tutto il cuore che un giorno questo paese sia governato da qualcuno che userà la pancia al posto del cervello………staremmo tutti molto meglio.

    Grazie
    Cristiana

  10. Antonio Maga says:

    Come si fa a non essere d’accordo con Gigliola e i suoi dolori? (che spero sempre più mitigati).
    Come si fa a non prendere in simpatia un Papa che sa così bene parlare al cuore della gente e hai potenti? Però è alla prova dei fatti (tipo i 3 quesiti di Gigliola), e alla loro risoluzione che potremo tirare conclusioni vere, altrimenti le telefonate di risposta ai fedeli ed il pagarsi il conto dell’albergo risulteranno solo buona propaganda…
    Obama sceriffo come tutti gli altri che lo hanno preceduto? Fossi l’ONU andrei a difendere un paese attaccato da un altro, ma quando le guerre sono civili ed interne ed hanno alla base questioni di etnie o religiose credo che sia impossibile prendere delle parti. E poi come mai non esportano mai la loro democrazia nei paesi poveri di greggio ma alterttanto martoriati dalle guerre interne?
    Nell’ultimo punto non ci entro, la violenta nausea che provo da anni ora ha toccato una violenza inaudita, per cui mi porto subito una mano alla bocca e….scappo…!
    cari saluti, buon autunno ricco di colori e di PACE.
    Antonio

  11. Grazie, sono d’accordo. Il dolore è un grande insegnante. Sono con te. A risentirci Wilma

  12. graziano@pozzato.net says:

    Carissima Gigliola
    Hai posto tre argomenti veramente interessanti e complessi. Ognuno meriterebbe una lunga discussione tra persone serie. In poche parole:
    il papa, dovrebbe fare quello che chiedi, ma penso che la Chiesa ha necessita’ di altre cose più importanti, i pedofili, la Cei e l’imu possono anche aspettare (non dimenticare solo aspettare). Avrai letto che i cristiani uccisi non meritano nessuna attenzione dall’UE, non ci sono più fedeli, ecc ecc.
    Obama, poche parole: le lobby sono potenti e senza quelle un presidente non viene eletto. Certo che lui essendo non rieleggibile dovrebbe avere più coraggio. Forse dovra’ tirare la cordata al suo successore…..
    Berlusconi, una sola parola: dimettiti! Ne guadagnano tutti, i cittadini, il suo partito ed anche lui.
    Con affetto, Graziano

    Le mail ti raggiungono ovunque con BlackBerry® from Vodafone!

  13. AZIONI 2: PARLIAMO DI MPS, LUSI, BERSANI E COMPAGNO INSEPARABILE, IL FORTETO, FIORE ALL’OCCHIELLO DELLA SINISTRA….ECT

  14. francesca nava says:

    Cara Gigliola, sono contenta di poter riprendere la lettura dei tuoi trafiletti. Come stai? Ti sei rimessa bene? Dalla decisione con cui esprimi le tue idee sembra proprio di sì. Aderisco pienamente alla tua proposta, di scrivere a Papa Francesco: è una persona disponibile all’ascolto e aperta a dialogo. Mi farebbe piacere sentire i suoi consigli. Grazie per la disponibilità a redigere per Lui la presentazione della nostra Associazione. Francesca

  15. Zanetti Pietro says:

    Ma…. Cominciamo con le azioni proprio verso la persona che ha già iniziato (e dimostrato) a darsi da fare nel senso che noi tutti vorremmo?

    Pietro Zanetti
    SALVAGNINI ITALIA SpA
    Via Guido Salvagnini, 51
    IT – 36040 Sarego
    T. +39 0444 725111
    http://www.salvagninigroup.com http://www.salvagnini.it

    The information transmitted in this e-mail message or any attachment thereof is classified Salvagnini Italia and is addressed exclusively to the recipient. Any retransmission, diffusion, copying or other use of, or taking of any action in relation to, this message, by people or entities other than the intended recipient, if not clearly authorized by the sender, is prohibited. If you have received this communication in error, please notify the sender immediately by e-mail or telephone.

  16. mirella giardini says:

    Ottimi propositi, condivido in pieno tutto ci che scrivi e mi associo ai tuoi intenti! Continua cos e BUON LAVORO un caro saluto mirella

    Date: Mon, 16 Sep 2013 10:19:25 +0000 To: alidamire@hotmail.it

  17. Viviamo in una lenta metamorfosi di cambiamenti ostacolati da vari interessi di Organizzazioni che difendono i propri interessi.
    Scrivere al Papa o ai potenti della terra non cambia nulla se gli uomini continuano a comportarsi come capre inseguendo l’uno o l’altro gregge, influenzato da mercenari della penna e della parola per condurre le capre al proprio ovile. Ragionare e meditare sulle proprie azioni in una atmosfera sociale, umana, etica, e soprattutto di coscienza.
    Anthony Ceresa.

  18. Buona e serena ripresa MRS. GIGLIOLA . Il dolore fisico ci tempra e ci fa apprezzare di più la vita quotidiana quando stiamo bene .Per ll dolore morale , civile ,sociale e politico che sta crescendo nell’indefinibile situazione italiana , non vedo rimedi immediati. Scriviamo pure a Papa Francesco , matenendo la libera Chiesa in lbero Stato, facendo all’appello alla ” coscienza” di tutti per il il dimenticato “bene comune”. .

  19. Andrea Franceschi says:

    Mi fa piacere sentire che stai meglio . Spero di vederti presto a Roma x un consiglio. Io Sono ancora in panchina. Andrea

    Andrea Franceschi Communication Management Ph +39 335 7485194

    Inviato da iPhone

  20. Carissima Gigliolia tanti auguri a te per rimettenti in forma più’ e meglio di prima!
    Su questo tuo messaggio sono d’accordo con te su tutto perché’ e’ proprio quello che penso e ho sempre pensato al riguardo!

    Perché’ non ci facciamo ricevere tutti insieme dal papà?
    Qualche splendida idea nuova c’è la cara’ sicuramente!!!
    CORDIAMENTE Giovanna da Milano.

    • Grazie, Giovanna. L’udienza mi sembra una buona idea, se il Papa risponderà positivamente alla nostra lettera. Un abbraccio

      • Antonio PATTANO says:

        Anch’io penso che poter essere ricevuti dal Papa sia buona cosa. Infonde serenità e fiducia con messaggi forti, chiari e di effettiva “crescita” e miglioramento di vita. Messaggi che sovrastano le molteplici, contrastanti e disordinate voci degli innumerevoli poteri.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...