Pensieri E Progetti In Una Notte Di Ghiaccio

Carissimi amici,

vorrei proporvi stasera un pensiero: “SII TU STESSO IL CAMBIAMENTO CHE VUOI VEDERE NEL MONDO”.  Non è una mia frase, ma del grande Gandhi. La prendo in prestito perchè, secondo me,  riassume il principio dal quale partiamo.

Vorrei farvi parte di alcuni pensieri di questi giorni. Sono stata molto preoccupata alcuni giorni fa durante le manifestazioni di piazza per le decisioni prese dal governo . L’episodio – non credo noto – che mi ha preoccupato di più è quello riferitomi da un rappresentante delle forze dell’ordine. Di fronte all’impossibilità di passare lo sbarramento della polizia, alcuni manifestanti hanno mostrato rabbia, ma anche dolore, timori per il loro futuro. Le forze dell’ordine li ascoltavano  e capivano la loro rabbia. Uno ha rotto il silenzio e ha detto: sfondate lo sbarramento e andate a massacrarli. E’ certo un modo di porsi dalla parte di chi soffre, è certo una bravata, ma mi è sembrato un brutto segno.

E in questi giorni sento sempre di più gente che dice: non c’è altro da fare che andare a buttare una bomba!

Anche questi sono modi di dire, ma io volevo dirvi: noi non siamo così, combattiamo anche contro queste persone che vorrebbero la violenza. Noi non vogliamo tornare agli anni di piombo. Noi vogliamo combattere nella legalità.

E allora cominciamo noi a essere il nostro futuro nel modo in cui l’abbiamo delineato. Ricordate il famoso “circolo virtuoso”? Un cittadino che si comporta secondo i valori etici (rispetta se stesso, gli altri, l’ambiente in cui vive), crea una famiglia etica, che dà vita a una comunità etica, che manda a rappresentarci politici etici, che deliberano leggi etiche, che  cittadini etici rispetteranno. E qui si chiude il ciclo virtuoso. E’ un progetto che può durare cinqant’anni, ma cominciamo a costruire qualcosa, un po’ per noi, un po’ di più per i nostri figli, ancora di più per i nostri nipoti.

E  non ascoltiamo anche chi ci dice: non si può far niente, è tutto inutile, ci massacreranno.

IO CI CREDO, IO NON HO PAURA. E SONO CERTA ANCHE VOI.   Tutti insieme, e gli altri che ci affiancheranno, saremo una grande forza. Ci vogliono idee potenti e innovative, tenacia, prontezza, capacità di aggregare consenso. 

QUINDI RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE.   Sempre più persone sposano la nostra causa e ce lo fanno sapere nei modi più diversi, anche scrivendoci lettere, inviandoci libri (ho incontrato una persona straordinaria, autore di un libro che anticipa molte delle nostre idee, ve lo farò conoscere), ma perfino – ed è la cosa che mi ha commosso di più – un giovane sconosciuto mi ha voluto, come ringraziamento per la nostra azione, regalare un dolce che stava portando alla madre.

Abbiamo aggiunto alle tante persone che già erano con noi prima del 21 gennaio, molti  altri. Appena avremo terminato l’enorme lavoro di classificazione che sta facendo Stella Baldelli, responsabile della nostra segreteria, ve ne daremo conto.

L’altra cosa importante – forse la più importante di tutte – è il grande numero di persone che ha chiesto di darci la sua collaborazione come volontario nelle varie aree. I capigruppo stanno incontrando e parlando con tante persone, io anche per dare vita a nuovi gruppi.

Domani è una giornata molto importante per tutti noi. I capigruppo dei progetti presentati il 21 di gennaio si riuniscono qui nella sede di ETICASEMPRE con l’obiettivo primario di definire i loro gruppi di lavoro e dare vita alle azioni più incisive. Entrambi, gruppi di lavoro e azioni, sono in continuo divenire e richiedono il vostro contributo di idee. Invito quindi chi è interessato a offrire il proprio supporto  a farcelo sapere  alla mail progetto.eticasempre@g.mail.com., rivolgendosi ad Antonio Pattano per i politici,  a Antonio Scrimieri per il libro bianco e per la rappresentanza fuori dalla Lombardia, a Giuliano Goi per la diffusione dei valori etici (nelle scuole, presso i giovani, i lavoratori, gli anziani) ,a Gianmario Asselle per le imprese, a Paolo Saino per il bilancio etico. Dopo questa riunione, vi darò conto dei progressi raggiunti  e dei programmi avviati.

Vi auguro una buona notte e vi lascio con un altro pensiero (mio). CHI HA UN PROGETTO IN CUI CREDE NON MUORE MAI. Felice vita!

Annunci

Comments

  1. ciao a tutti non so con quale coraggio abbiano presentato dei servizi sul decreto salva via MONTENAPOLEONE le persone oneste non credo abbiano problemi a pagare con carte di credito anche se sono russi o cinesi comunque anche se lo stato decidesse di tollerare per””” comodita’ “””” questa introduzione di valuta straniera non dovrebbe far altro che vendere delle carte prepagate e rimborsabili negli areoporti
    domani chiederanno il decreto salva tangenti,ricicalggio,spaccio ecc. ecc.
    e i soliti ………..continuano a pagare

  2. grazie Gigliola.

  3. Antonio Chiodo - Sulmona says:

    Consiglio a tutti la lettura dell’ultimo libro di Don Ciotti, LA SPERANZA NON E’ IN VENDITA” edizioni Gruppo Abele; un profondo messaggio di denuncia e di proposta; sono 120 pagine e si legge in un soffio… e costa solo 10 euro. Il libro chiude con una frase di don Tonino Bello ” SONO CONVINTO CHE IL SENSO DELLA MORTE, COME QUELLO DELLA VITA, DELL’AMICIZIA, DELLA GIUSTIZIA, E QUELLO SUPREMO DI DIO, NON SI TROVI IN FONDO AI NOSTRI RAGIONAMENTI, MA SEMPRE IN FONDO AL NOSTRO IMPEGNO ”
    Buon lavoro Antonio Chiodo

  4. credo che solo in Italia i parlamentari vengano chiamati onorevoli. mi sembra che tale titolo sia ormai veramente anacronistico. tanto per dare un’idea del “disgusto” deglii italiani, proporrei un referendum per l’abolizione di tale titolo. mi sembra giusto che siano chiamati secondo la loro carica, deputato o senatore, il titolo di onorevole mi sa tanto di medievale…
    Giuseppe Monaco

  5. cari cecilia says:

    Cara gigliola,
    sono d’accordo con te quando dici NOI NON SIAMO COSI’ ,ma a volte credimi mi prende una rabbia cieca,perche’ non mi sento responsabile dello schifo che ci hanno lasciato,e ci fanno credere di essere ladri quando i veri LADRI SONO STATI LORO.Ora chi si sta godendo belle pensioni ha in tasca anche soldi rubati a noi con privilegi ,rimborsi spese,stipendi faraonici,sgravi fiscali,coperture assicurative,e tutto questo non e’ giusto! Bisogna agire anche in modo retroattivo TANTO IL MARCIO E’ LI! A presto Cecilia

  6. Che bello trovare persone che citano Gandhi…a volte c’è bisogno di sapere che ci sono altri “ingenui idealisti”.
    Buona giornata e buon lavoro!

  7. Faccio parte delle forze dell’ordine e sono anche iscritto alla associazione, per la prima volta anche io in vita mia vacilla il senso del dovere e appartenenza allo stato a cui ovviamente ho giurato fedeltà. Comprendo anche il collega sulle barricate perchè purtroppo tutti i corpi dipolizia sono stati messi nelle condizioni di non avere un centesimo e raschiato il fondo del barile. Io sono due giorno che faccio alba tramonto con l’elicottero per portare da mangiare alle popolazioni del centro Italia ed agli animali di stalle sparse sull’appennino e mi sono reso conto del caos che regna tra enti. Mentre la gente di atanti paesi non sa come essere raggiunta, due elicotteri dell’AM sulla base di Frosinone pronti con i pattini da neve…non sono stati utilizzati perchè nessuno li ha chiesti!!! Noi abbiamo problemi di rifonimento e di carburante. A diecmbre sono anadato a fare i tiri di esercitazione e i buoni del carburante non c’erano per mancanza di fondi…quindi ho messo 20 euro di nafta e siamo a Febbraio e ancora me li devono restituire. Nel frattempo le ore di lavoro straordinario per l’emergenza neve ( alba tramoto) non mi saranno pagate per probabile mancanza di fondi e quindi andranno recupretate che sommate a quelle del 2010 ( e per tutti i corpi di polizia fai il conto) succederà che tra aprile e giugno non ci saràa la possibilità di fare equipaggi minimi perchè sono tutti in ferie ( vanno fatte entro giugno 2012) e come tutti sanno nello stato non sono monetizzabili. ….
    Quindi quando il collega sulle barricate e sulle transenne solidarizza con i manifestanti ( ed io l’ho fatto con gli allevatori sardi strangolati letteralemnte da equitalia, con gente che vuole pagare di meno per non uccidere l’azienda e magari pagare più alungo) , e vedi che gente che ha chiuso l’azienda perchè equitalia ( come è strutturata adessso) è una società di strozzinaggio, e non gli permette di ripagare il debito e chiudendo l’azienda ha messo sul lastrico 14 famiglie, allora forse ci dobbiamo porre la domanda: Chi ha ragione? nello stesso momento dell amanifestazione stto palazzo Chigi passano LUSI ( che si è rubato 10 milioni di euro) e Cosentino . Beh confesso che forse i manifestanti li farei passare pure io ( mi faccio travolgere). Vedi ritengo giusto che ci sia l’immunità parlamentare, ma limitata costituzionalemnte ai soli reati di opinione ed esclusivamente nell’adempimento del mandato nelle aule della camera e del senato. Se uno ruba, è un ladro è basta come tutti i cittadini. Anzi ritengo che qualsiasi reato penale addebitale ad una carica dello stato o a embri del parlamento debba essere aumentata di 1/3 visto l’enorme credito di fiducia ( tradita) di cui godono.
    Vi invito a riflettere.

    • Scusa se ho dovuto tagliare così malamente il tuo commento, peraltro tutto molto interessante (ti invio a rimandarmi la parte che ho dovuto tagliare).
      Ti capisco, eccome, io sono ancora più arrabbiata di te per quello che sta succedendo alla tua categoria. Uno dei miei più cari amici è un giovane rappresentante delle forze dell’ordine, e non di alto grado. Mi ha chiamato anche oggi. Sta lavorando in una delle situazioni più difficili oggi in Italia per impedire un disastro ecologico. Ha più di 40 anni, guadagna 1300 € al mese, la moglie ha dovuto rammendargli la divisa che non veniva sostituita, non hanno carburante per i mezzi con cui si spostano… devo continuare? SONO PIU’ INDIGNATA DI TE. Ma devo, dobbiamo, aiutarvi ad uscire da questa situazione in modo legale. Per il rispetto che porto a lui e a te. NON CERTO PER COMPIACERE CHI, COME HO PIU’ VOLTE AFFERMATO, OGGI NON MI/CI RAPPRESENTA. Leggi il mio editoriale stasera.

  8. Mauro Boni says:

    Sì è indubbiamente un comportamento molto gandhiano ma, i politici sono da più di trent’anni al lavoro per perpetuare la (loro) specie. Lo fanno in mille modi e le “famiglie virtuose” finiscono per ritrovarsi nel’albo delle specie in via di estinzione…..perchè i “furbi” ci sono sempre stati e scelgono la via più facile per tirare avanti e se possibile arricchirsi e stare meglio, a spese e alla faccia dei “giusti”. Personalmente non ho più guance da rivolgere loro per prendere un altro schiaffo (ho già la faccia gonfia). Non credo nella violenza come via di uscita se non altro perchè so che loro sono più cattivi di me! Però pretendo che da subito in Parlamento e al Senato siedano rappresentanti onesti, senza pendenze con la giustizia nè con il fisco, con un contratto a progetto tutto compreso e un voto di metà mandato che ne confermi o meno l’assunzione. Troppo? Troppo poco? Mauro Boni, Vicenza.

  9. giorgio brambilla says:

    bene la paura nel pubblicare cose che non condividete non vi rendera ne liberi ne etici, ne felici.
    la realta nn la si cambia se non la si riconosce,
    mi dispiace ma siete gia come tutti gli altri, sarete igoiati dal sistema
    Giorgio Brambilla

  10. ciao a tutti
    il finanziamento ai partiti dovrebbe essere effettuato con la dichiarazione dei redditi
    in modo di vedere chi lo esegue e se di seguito ne trae dei benefici personali

    • Può essere un’ottima idea. Non facilissima da realizzare, ma forse possibile. Che ne dici Antonio Scrimieri? Potrebbe essere inserita nel libro bianco?. Antonio Pattano la può prendere in considerazione?

    • Antonio PATTANO says:

      Cominciamo col dire che, a mio avviso, oggi i partiti non meritano finanziamenti. Chi li gestisce i finanziamenti avuti (stante il referendum famoso) è seduto in Senato o alla Camera, è strapagato e in più non spende nulla di suo e si fa mantenere in tutto. Già farà fatica a portarsi in giro sti soldi, figurati se aggiungiamo quelli del finanziamento al partito ….
      Ma a che servono i finanziamenti ai partiti? Pare a farseli fregare dai tesorieri …. dove sta il bilancio, la contabilità … neanche la Guardia di Finanza ha potuto mettere il naso tanto facilmente nei conti della Margherita tenuti presso la filiale BNL del Senato! Fosse solo la Margherita ….
      Serve trasparenza e onestà delle singole persone e seve non potersi nascondere dietro immunità, segreti, autorizzazioni o necessità di fare altre leggi (come detto da Rosy Bindi, già contestata dal senatore Ichino) per giustificare o proteggere chi commette reati.
      Poi, solo poi forse si può anche parlare dei finanziamenti ai partiti … e di partiti.

  11. Valter Campagnoli says:

    per Gigliola:
    1) per il libro “nero” vedere in link: http://www.corriere.it/cronache/12_febbraio_08/parlamentari-calciatori-beneficenza_8e6a50c4-5267-11e1-9430-803241dfdaad.shtml
    proprio un bell’esempio di solidarietà!
    2) sto cercando di diffondere la nostra “missione” in zone lontane dalla Lombardia con contatti personali
    3) attendo notizie sullo sviluppo dei gruppi di lavoro; col 1° marzo sarò un nuovo pensionato e ho in programma di dedicare tempo all’associazione (con antonio Pattano).
    A presto

  12. assolutamente d’accordo su tutte queste considerazioni e sul pensiero finale. buon proseguimento, per il nostro futuro e quello dei nostri figli e nipoti.

    Dario Girardi

  13. E ‘ vero che chi ha un progetto non muore, si sente vivo e più giovane sempre.

  14. Vittorio Beggi says:

    Cara Gigliola, pur d’accordo nei principi, devo dissentire riguardo parte del programma esecutivo. La situazione è troppo grave, anche se minimizzata dai media, per affrontarla solamente con l’ attesa espansione del circolo virtuoso. Troppe persone, fra cui certamente molti di coloro che fronteggiavano le forze dell’ ordine, non hanno più tempo. Troppa gente ha troppo bisogno ADESSO!. Temo che l’ ora delle riflessioni programmatiche sia già passata e che sia necessario intervenire con decisa energia. Abbiamo un banchiere ex impiegato di Goldman Sachs come premier (come la Grecia), non possiamo andare alle urne. La nostra economia è stata distrutta da una moneta non competitiva per i nostri prodotti (l’ Euro). Versiamo pesantissimi tributi all’ Europa (dove credi che vadano i soldi dei sacrifici?). Non possiamo scegliere, come popolo, di abbandonare l’ Euro e abbiamo perduto ( ci hanno tolto con l’ inganno) il diritto di stampare moneta. Tutto questo ci è stato fatto “senza violare alcuna legge”, eppure sappiamo tutti che non va bene e sappiamo anche chi sono i responsabili.
    Beh, vediamo le cose non realismo. Fra le bombe e le petizioni, nel mezzo, ci stanno i calci nel sedere. Cacciamoli a calci. niente di più, ma cacciamoli. SUBITO!

    • GRAZIE!! Il mio non è un invito a pazientare, ma a far sentire la nostra voce con “mezzi legali” che siano forti, anzi fortissimi, e che vengano messi in atto presto. Ti prego vivamente di leggere il mio prossimo editoriale che ti dirà come stiamo pensando di agire ADESSO, SUBITO, CON FORZA. Il mio messaggio era solo teso a dire: NON FATEVI TIRARE DENTRO DA CHI CI PUO’ FAR BUTTARE FUORI SUBITO! Chiaro?

  15. Carissima Gigliola,
    concordo con il tuo atteggiamento per dare forza al “circolo virtuoso”; devo constatare, ogni giorno e qui lo ricordo, che nel settore del risparmio energetico di cui mi occupo c’è ancora tanta ignoranza; aumentano i consumi di combustibile e allora i nostri amministratori riducono i consumi, tolgono energia… ma non vi rendete conto che, come ricordano vari pensatori, che la migliore forma DI RISPARMIO E’ L’ENERGIA CHE NON CONSUMIAMO? INCOMINCIAMO A COSTRUIRE E A RISANARE MEGLIO I NOSTRI EDIFICI e allora potremo svincolarci dai combustibili fossili; metto a disposizione le mie competenze e le mie esperienze concrete sul campo perchè sono stanco di sentire sui media lo stesso messaggio, cioè che per risparmiare bisogna abbassare i termostati o spegnere la luce!!!
    BASTA TRATTARCI COME IGNORANTI. INFORMIAMOCI ED INFORMATEVI!
    Andrea Mantovani

  16. Giovanni Viggiano says:

    Ogni anno a seguito di varie sciagure che toccano il nostro paese (alluvioni,eruzioni,terremoti etc.) partono iniziative di solidarietà che portano contributi economici importanti e spontanei oltre che gente di ogni età e ceto che corre a dare un aiuto.
    Si dice che per sistemare tutte le scuole italiane servirebbero 60 milioni di euro :1 o 1 euro e mezzo a testa. Si tratta dei nostri figli,dei nostri nipotini del nostro futuro.
    Se Monti montasse su un’iniziativa tipo Theleton non raccoglierebbe un centesimo.

    La gente sa che ,ove si raccogliessero i soldi necessari ,verrebbe subito istituito un’Ente apposito per gestire il tutto.Un presidente due vice,un AD qualche Direttore Generale un congruo numero di auto blu.
    Si litigherebbe per mesi su quale partito debba assicurare queste cariche e in quale città l’Ente deve essere posto. Non dico in Via Montenapoleone o in via Condotti ,ma certamente la sede dell’Ente sarebbe una cosa di estemo prestigio. Finisce cosi’la prima metà dell’importo. Poi si parte coi lavori.Affidati a chi? ricominciano le cricche,le tangenti,le bustarelle .Un lavoro da fare in due o tre anni ne impioegherebbe almeno il triplo.Del costo non ne parliamo.!Dal quarto anno le scuole appena rifatte comincerebbero a dare segni di cedimento.Si scopre, come all’Aquila, che sono state fatte con lo “sputo” e che molti sapevano e ci avevano lucrato.
    Questo pensa la gente della classe politica tutta. Questo penso anche io!E perciò pur essendo un non violento e pur non pensando alle bombe penso anche io che vadano cacciati tutti. Si può ripartire da Monti e i suoi se anche loro controllassero meglio le cose un pò avventate che spesso si lasciano sfuggire.
    Con Stima Giovanni Viggiano

  17. “SII TU STESSO IL CAMBIAMENTO CHE VUOI VEDERE NEL MONDO”
    “CHI HA UN PROGETTO IN CUI CREDE NON MUORE MAI”….
    Sono due bellissime frasi,dimostrazioni di amore verso sè stessi e quindi, verso il mondo intero.
    In questo periodo ho una certa avversione nei confronti delle belle frasi che non trovano terreno su cui attecchire, germogliare e fiorire; ma anche una frase, seppur solo detta o suggerita, può essere un inizio: non bisogna mai perdere la fiducia, la fede e la speranza negli “inizi”.
    Buona giornata e buon proseguimento.

  18. fiorella bonorandi says:

    Grazie, cara Gigliola: ti ritrovo ogni volta autentica espressioe dei miei pensieri.
    Data la mia età -75 – non mi sento di candicarmi per aiuti concreti ( salvo la quota che ho promesso: come faccio a pagare ? Non l’ho capito.), però mi sento vicina a tutti voi
    e, magari con il bel tempo, parteciperò ai raduni.Come tutti siete consolanti !

  19. Francesca Nava says:

    Tra il 20 e il 25 c.m. sarò a Milano. Gradirei presentarmi in Sede-Segreteria. Quali sono gli orari di ricevimento degli iscritti? Arrivederci! F.

  20. Pier Domenico Borrello says:

    Carissima Gigliola, condivido il tuo pensiero e condanno il linguaggio e le azioni di violenza. Dobbiamo però comprendere anche gli stati d’animo e di esasperazione nei confronti di coloro che sono senza lavoro o rischiano il posto di lavoro. Da parte politica non arriva alcun segnale di sensibilità e di responsabilità: stanno ancora una volta, per mantenere il potere ad ogni costo, tentando di riciclarsi con una nuova legge elettorale e che potrebbe essere l’ennesima truffa a danno dei cittadini. Occorre un cambiamento di sistema ma soprattutto di nuovi soggetti seri, tipo Monti, non tutti i componenti del suo governo,che diano garanzie di virtuosa onestà.

    • Accidenti, se non comprendo gli stati d’animo e l’esasperazione di molti! Sono veramente, sempre, in ogni momento del mio lavoro, con loro. Però stiamo lavorando veramente duramente, i capi-progetto ed io, per trovare delle soluzioni “legali”, ma molto forti!

  21. la moderazione sui commenti nn è liberta ma controllo delle idee
    Giorgio Brambilla

  22. buongiorno Gigliola ottimo pensiero da condividere,
    puoi agire e pensare così quando nn ci sono problemi economici che minacciano la tua soppravvivenza e quella dei tuoi cari.
    sulla terra tutti gli altri animali uccidono x soppravvivere,il nostro sistema sociale utilizza il denaro x uccidere, e quando questo ti viene tolto…devi soppravvivere.Questa è una realta vedi nei paesi arabi cosa sta succedendo,
    Giorgio Brambilla

    • Caro Giorgio, io non agisco per me o per quelli come me che sono in grado di sopravvivere (io anche bene!). Mi sto/ci stiamo occupando di quelli che questa fortuna non la hanno o che, semplicemente, potrebbero avere più chance. Se ci stai, gioca con noi!

  23. luigi gambardella says:

    Concordo su tutto, ma pongo una domanda. Chiediamo Etica, ma noi siamo etici?
    Sottoscriviamo anche noi un codice etico. Ognuno di noi sottoscriva l’impegno
    . ” A PAGARE TUTTE LE TASSE DA BUON CITTADINO ”
    Io mi impegno a quanto sopra.

  24. claudio raschini says:

    le Sue parole mi toccano il cuore e la mente.vorrei anch’io un mondo etico, lo vorrei per le mie figlie,lo vorrei per tutti quelli che hanno subito ,in questi anni bui, la nostra politica,ma vorrei sopratutto che la nostra classe dirigente facesse un passo indietro e se andasse via.Nel mio piccolo ho diffuso il Suo messaggio e cerco di stare calmo (anche se la rabbia è sempre con me),poichè è giusto lottare in modo pacifico,ma di fronte all’imbarbarimento dei politici,sempre più avidi di denaro e sempre meno interessati al cittadini,di fronte all’imbarbarimento dei media ,che deviano costantemente l’opinione pubblica,guidandola a destra e a manca,a seconda delle loro necessità,senza curarsi di dare notizie vere,di fronte a un qualunquismo dilagante ,perchè non si riesce a capire cosa fare ,quindi anch’io in questa gelida mattina mi chiedo se è giusto lasciarli fare , fingendo che sono i salvatori della nostra bella patria cosi’ maltrattata?
    spero che con la mente più serena anch’io posa dare alcune idee fattive per una causa in cui credo
    cordiali saluti
    claudio raschini

  25. Luigiantonio Giovannoni says:

    Per non perdere nel gelo di quest’inverno questo progetto bisogna dargli maggiore visibilità e farlo conoscere anche attraverso i media, altrimenti sarà condiviso da pochi.
    Il momento è questo, perchè le associazioni che si fanno chiamare partiti politici stanno già prendendo il sopravvento e si stanno già assolvendo: ieri sera Bersani, dalla Gruber, pareva il salvatore della patria, mentre è lui ed il partito che dirige anche la concausa dei nostri fallimenti.
    La disinformazione è quindi già partita, ed è questa che va combattuta con forza.
    Bisogna incalzarli con gli stessi mezzi per stanarli, altrimenti questo resterà solo un bel sogno, ma di pochi.
    Cara Signora, Lei che ci insegna marketing sa il “prodotto”, se interessa tutti (e non solo poche persone), va adeguatamente reso visibile.

    • Hai ragione. Per ora ho solo scritto due pagine del Corriere, fatto diverse interviste con vari media. Ma non basta. Abbiamo dedicato tutta la mattina di oggi, i responsabili di gruppo e io, a lavorare sulle nuove idee. Ci dai una mano anche tu entrando in uno dei gruppi?

  26. Grazie Gigliola per questo pensiero notturno. Sono d’accordo con te su tutto. Spero tu riesca veramente nel tuo nobile e grande progetto di migliorare l’Italia, partendo dall’educazione ETICA dei giovani.
    Spero di poterti incontrare, prima o poi. Purtroppo, non mi sento pronto e disponibile per un serio e continuativo impegno per il tuo giovane movimento, ma sppi che ti sono molto vicino. G. Paolo Galletti

    • Per ora mi basta questo. Seguici, quando puoi. Un abbraccio

      • Gianpaolo says:

        Ok, vi seguiro con piacere ed attenzione. Pero’, vorrei potervi vedere tutti alla prossima Assemblea che, spero, sara’ allargata a tutti gli interessati e non solo ai piu’ abituali blogghisti, come e’ stato deciso per il 21 gennaio. Decisione che, francamente, mi ha un po’ deluso, anche se capisco le necessita’ organizzative iniziali

  27. Condivido pienamente. Grandi progetti, grandi sacrifici …. Grandi Risultati !

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...